Ott | 28
(0)
Eventi, Uncategorized

Le scarpe preferite dai maratoneti: in U.S.A. Brooks batte Asics e Nike!

Per i cosiddetti “serious runner”, i maratoneti o gli aspiranti tali, quelli che si allenano almeno 3 o 4 volte alla settimana, i marchi “minori” scalzano il dominio dei grossi brand. E così accade che Brooks diventi il marchio di scarpe di gran lunga preferito da chi, con quelle stesse scarpe, corre ogni mese tanti chilometri.

im

Lo scrive la prestigiosa rivista Fortune, facendo riferimento agli ultimi dati resi noti dal mercato.

“Alla vigilia della maratona di New York, scrive Fortune, in America siamo nel bel mezzo della stagione delle maratone.  Una passione, quella del running, che negli Stati Uniti continua a sviluppare numeri impressionanti. Secondo Running USA, che calcola ogni anno i numeri del settore, nel 2015 quasi 2 milioni di americani hanno portato a termine una mezza maratona, e ben 509 mila hanno corso una maratona. Numeri che denotano un lieve calo (l’8%) rispetto all’anno prima, rispetto ai quali però fa eco un’accelerazione del mercato delle calzature dedicate al running.

art3

“Secondo la National Sporting Goods Association, scrive ancora Fortune, lo scorso anno gli americani per mettersi ai piedi delle nuove scarpe per correre hanno speso 3,2 miliardi di dollari. Questo significa che il mercato è cresciuto del 40% rispetto al 2010. Per i runner più esperti, le cui scelte sono normalmente più studiate e quindi, ovviamente, imitate dagli altri, i brand minori sono sinonimo di qualità.

foto-giuliettaromeo-halfmarathon-6-febbraio-2015-2

“Non è un caso, scrive la rivista, che, sempre secondo una ricerca di Running USA realizzata su un campione di 10.000 persone, Brooks (che fa capo al finanziere Warren Buffet) è diventato il brand di scarpe preferito dai cosiddetti “serious runner” (quelli che corrono almeno 3 o 4 volte alla settimana, spesso in vista di una maratona n.d.t). Brooks ha scalzato la leadership di Asics, ferma al 18%, mentre al terzo posto si piazza Saucony col 14%. Nike scende al 9%, New Balance è quinta col 7%”.

Adidas, conclude l’articolo, sarà più fortunata nelle corse del prossimo anno.

RUN HAPPY

 

0 Comments

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>