Giu | 29
(0)
Lifestyle

Running Tattoos: l’immagine che i runners hanno della corsa!

Con la bella stagione anche noi runner ci scopriamo e, tra magliette e pantaloncini svolazzanti, finalmente possiamo esibire con fierezza i nostri tatuaggi!14

C’è da dire che la tendenza tattoo ha aperto una vera e propria breccia nel cuore degli amanti della corsa, e l’idea di  portare sul nostro corpo un simbolo…un ricordo…un riferimento al nostro sport preferito ha generato un vero e proprio boom di sportivi  felici di fare bella mostra dei loro capolavori durante gli allenamenti nei parchi, le gare o durante la quotidianità di ogni giorno.

Alcune ispisrazioni?

  1. Le ali alle caviglie. Spesso con annesso sandalo greco-romano, e di grandezza variabile, sono un richiamo, per chi non lo sapesse (e 9 su 10 dei tatuati in questione non lo sanno) al dio Mercurio (in greco Hermes), il messaggero degli dei, protettore dei viaggi e dei viaggiatori.
  2. L’8 orizzontale. No, non è un cruciverba, ma il simbolo dell’infinito (spesso di piccolissime dimensioni) con aggiunta regolarmente la scritta run, o long run, o l’immancabile 41.195 di chi vuole ricordare al mondo e a se stesso di aver fatto una maratona.
  3. Il runner stilizzato. Anche qui, spesso associato al 26.2 (distanza della maratona in miglia) o al 42.195 (un po’ più lungo ma più comprensibile dalle nostre parti. Di solito è piccolo e nascosto, ma sempre più di frequente è stato visto in compagnia dei suoi amici…il ciclista e il nuotatore. Occhio, avete a che fare con un triatleta.6
  4. Le scritte. Sono un genere a sé e chi se le è tatuate, magari nel momento di massima esaltazione della propria vita da runner, merita tutta la nostra solidarietà. Si va dal classico Born to Run, all’essenziale Believe, alla scritta ricordo (es. New York City Marathon – 3 novembre 2011 – 4.57.53). In questa categoria abbiamo un ambasciatore importante, un vero ambasciatore del RUN HAPPY. Franco, titolare del negozio 1/6 H di…. Ha scelto addirittura il font Brooks per ricordarsi e ricordarci a vita che correre è una cosa felice!
  5. La scarpa. In fine, il più classico dei tatuaggi per un runner, il suo modello di scarpa preferito! In questa categoria non possiamo mancare di fare riferimento a Keenan Skelly, un nostro super fan americano! Un vero appassionato dei 42km che ha scelto di portare vicino al cuore, per sempre, il ritratto del primo amore. Un amore che lo ha sostenuto, accompagnato, incitato e aiutato ad ogni passo durante la sua prima maratona! In gesto d’amore eterno nei confronti della sua… GHOST 9!! Davvero un grande…runner!

 

RUN HAPPY

0 Comments

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>